Le Città

TropeaPizzoZungriLocriGeraceStiloScillaReggio CalabriaSerra San BrunoPentedattiloCrotoneLe CastellaCosenza
Tropea

Tropea isola

Tropea

Nella splendida Costa degli Dei è incastonata una perla preziosa, famosa in tutto il mondo, luogo di antichissime leggende e di storia millenaria, il suo nome è Tropea.

Affacciato sul bordo di un promontorio di un’altezza di 60 m, le balconate a picco sul mare regalano uno splendido panorama sulle trasparenze del Tirreno, le spiagge bianche e, in lontananza il profilo dello Stromboli.

Il centro storico intatto offre un ambiente caratteristico, un labirinto di vie strette, di chiese rinascimentale e di palazzi nobiliari di pietre gialle del 700 e dell’800. Impareggiabili sono anche le viste sulla chiesa di Santa Maria dell’Isola, scenograficamente isolata sulla cima di uno scoglio. Tropea è oggi una delle località più rinomate e vivaci della regione, con le sue strutture ricettive, i negozi e ristorante, gli stabilimenti balneari e un moderno porto turistico che attraggano i visitatori.

Da visitare:

  • Il Corso: in fondo al corso c’è uno dei più bei panorami mai visti (sul mare stupendo e sulla chiesa dell’Isola)
  • La Cattedrale: duomo basilicale, normanno, riproduzione della Madonna di Romania
  • La Chiesa di S. Maria dell’Isola: l’icona turistica della Calabria, in Italia e nel Mondo, origini medioevali

Da assaggiare:

  • La cipolla rossa di Tropea: cipolla dolce e non amara
Pizzo

Pizzo

Pizzo è una ridente cittadina di circa 9000 abitanti, con un sole ed un mare spendidi ed una posizione incantevole, abbarbicata su di una rupe sporgente sul Mar Tirreno. Secondo la tradizione, sorse sulle rovine dell’antica Napitia, fondata da una colonia di Focesi, scampati all’eccidio di Troia ed ivi stabilitisi, attratti da questi ameni luoghi, su cui poi fiorì la Magna Grecia.

Da visitare:

  • Il Castello Murat: di origine angioina (1280 circa), scopo di difendere la costa dai barbareschi
  • La Chiesetta Piedigrotta: grotta scavata nella roccia, con stalagmiti trasformate in statue

Da assaggiare:

  • Gelati di Pizzo (Tartufo)
 

Zungri

Zungri

Difficile risulta dare con precisione l’origine storica di Zungri. Alcune notizie affermano l’esistenza di un insediamento umano denominato Zungri, ad attestarlo è un antico documento (Rationes Decimarum Italiane) risalente all’anno 1310 dove si cita che il prete cappellano della chiesa di San Nicola di Zungri ha pagato le tasse dell’epoca.

Da visitare:

  • La Chiesa della Madonna della Neve: custodito il quadro della Madonna della Neve (cm 145×108)
  • Le Grotte di Zungri: 39 case-grotte

Locri

Locri

La città di Locri sorge a 7 metri sul livello del mare ed è situata in un’area intensamente popolata nella provincia di Reggio Calabria. Locri è uno dei centri più attivi della costa ionica calabrese e deve la sua fama, dal punto di vista culturale e storico, all’importante area archeologica di Locri Epizephiri.

Da visitare:

  • Teatro grecoromano
  • Epizephiri: Torre dei Cervi (1400-1500)
Gerace

Gerace

Gerace, centro storico monumentale della provincia di Reggio Calabria, definita la perla dello Ionio. Il suo centro storico custodisce la cattedrale romanica- normanna, dichiarata monumento nazionale.

Gli anziani di Gerace raccontano che in città siano esistite ben 128 Chiese. Alla fine del ‘700 si contavano circa 43, ma col terremoto del 1783 esse si ridussero a 17. Di queste, molte si trovano in uno stato di quasi abbandono. 

Da visitare:

  • Il Castello
  • La Cattedrale: di stile bizantino-romanico-normanno, misura 1898 m2, la più grande chiesa romanica dell’Italia Meridionale

 

Stilo

Stilo

Stilo, pittoresco abitato dal passato illustre, patria di Tommaso Campanella e importante centro di vita monastica. La città custodisce la Cattolica, il più illustre gioiello architettonico bizantino in Calabria del X sec., monumento tra i più singolari e importanti di tutta la regione.

Da visitare:

  • La Cattolica: greco-bizantino
  • Le Porte Medievali
  • Il Castello: situato sul monte Consolino
Scilla

Scilla

Scilla, località dove il mito, sembra vivere ancora. Dall’alto del Castello dei Ruffo di Calabria si domina la Costa Viola e la splendida spiaggia di marina grande.

Da visitare:

  • Il Castello dei Ruffo: bella scala e il corridoio di accesso, spalti sul mare
  • Chianalea: “la piccola Venezia del Sud”, le case sono costruite sugli scogli e si affacciano sul mare

 

Reggio 1

Reggio 2

Reggio Calabria

La città di Reggio Calabria vuole rappresentare la città più antica della Calabria, essendo stata fondata all’inizio della colonizzazione greca col nome di Reghion. Arrivati a Reggio, non si può prescindere dal visitare il Museo Nazionale che ospita i famosi Bronzi di Riace.

Da visitare:

  • Il Museo Nazionale della Magna Grecia: statue Bronzi di Riace, la Testa di Filosofo
  • Il Castello Aragonese: la principale fortificazione della città, uno dei principali simboli storici della città

Da assaggiare:

  • La pasta fatta in casa
  • La parmigiana: a base di melanzane
  • Dolci: le famose granite, le cassate siciliane, i cannoli, i tradizionali cuddhuraci, i gelati
  • Il Bergamotto: il più profumato degli agrumi, base fondamentale dell’industria profumeria.

 

Serra San Bruno

Serra San Bruno

Serra San Bruno, la cittadina è da considerarsi il capoluogo delle Serre, massiccio centrale della Calabria. La sua storia è legata alla Certosa di Santa Maria del Bosco, primo monastero certosino italiano, fondata da San Bruno alla fine dell’XI sec. tra i boschi delle Serre. Il vasto complesso religioso di clausura, ospita ancora oggi una piccola famiglia di certosini che vivono secondo le regole stabilite dal fondatore dell’ordine, San Brunone. Un’ala della Certosa attualmente ospita il Museo della Certosa, che illustra la storia della certosa calabrese e dell’ordine certosino.

Da visitare:

  • La Certosa: sorge in un bosco alla periferia sud della cittadina
  • Il Museo della Certosa: 20 sale
  • La chiesa di S. Biagio: XVIII
Pentedattilo

Pentedattilo

Pentedattilo sorge bene in vista, a meno di 30 km da Reggio, arroccata sotto una roccia che sembra levare al cielo cinque dita, di una mostruosa gigantesca mano. Il luogo gode di microclima: vi abbondano piante grasse di ogni tipo ed è campo internazionale degli scout.

Da visitare:

  • Resti del castello
  • Stradine e sentieri pieni di scorci interessanti
  • Vista suggestiva

 

Crotone

castle of santa severina

Crotone

Crotone è la quarta provincia della Calabria, comprendente un’ampia area culturalmente e geograficamente omogenea, il “Marchesato”, con la costa ionica calabrese da Steccato di Cutro fino a Crucoli e profonda fino alle montagne della Sila. Il castello è del sec. XIV, con imponenti torri cilindriche agli angoli e estese cortine, e sorge nel punto più elevato della città. Presso il centro storico, oltre il castello, si possono ammirare i palazzi Baracco, Zurlo, Lucifero, Morelli, Galluccio e altri.

Da visitare:

  • Il Castello: XVI
  • Il Duomo: tavola bizantina della Madonna di Capocolonna
  • Il Museo Archeologico: presso il castello, monete della Magna Grecia, la corona aurea di Hera Lacinia

Da assaggiare:

  • Il formaggio tipico: il cd. “crotonese” fatto di latte di pecora e di capra con pepe nero in grani

 

Le Castella

Le Castella

Le Castella piccolo borgo della provincia di Crotone situato sulla costa ionica della Calabria. Oggi rinomata località turistica e meta di numerosi visitatori, ha saputo abbinare al turismo balneare un’offerta fatta di cultura, enogastronomia e tradizione.

Collocata nel cuore dell’Area Marina Protetta “Capo Rizzuto”, Le Castella offre un viaggio tra storia, leggenda, mito e archeologia, ma anche un percorso esclusivo attraverso un patrimonio naturalistico e storico di notevole valore.

Da visitare:

  • Il Castello Aragonese
  • La Piazza Uccialì
  • Il Porto

 

Cosenza

Cosenza

Tra le città capoluogo della Calabria, Cosenza occupa un posto di primo piano e nel campo delle attività economiche, in forte sviluppo, e nel settore culturale, detenendo l’Università della Calabria, e nel campo dell’arte. Il Castello, in posizione eccezionale sulla cima del colle Pancrazio, è uno dei meglio conservati della Calabria.

Da visitare:

  • Il Castello: XII secolo
  • La Cattedrale: del quinto secolo, interamente ricostruita dopo il terremoto del 1184
  • La Galleria nazionale